New York! New York!

new york

Ricevo questa foto da Caterina, il patto con lei è che ci scriva almeno un WhatsApp al giorno per sapere se sta bene, quando ci manda una foto è una piccola festa, meglio non abituarci! Caterina è mia figlia, sta studiando medicina, ha terminato il secondo anno e ha vinto una borsa di studio per sei settimane a New York!

Siamo naturalmente orgogliosi di lei e di questo risultato, ma non è di questo che voglio parlarti, bensì di come adesso lei può essere lì grazie a suo nonno, mio padre, che quando è nata ci ha pensato. Quindi c’entra con la finanza? Si.

Caterina ha 20 anni, nel 1996 mio padre ha aperto un deposito per lei, che le ha donato per suoi 18 anni. Questo denaro è stato investito allora con lo scopo di aiutarla per un suo progetto, non sapeva mio padre quale potesse essere: l’automobile, un viaggio, l’università? Due anni fa il denaro le è stato consegnato ed è stata una sua responsabilità da allora, certo è stato gestito da me, ma il suo investimento è intestato solo a lei.

Le ho presentato dei rendiconti come a tutti i clienti e quando si è presentata l’occasione di questo viaggio lei ci ha chiesto un’opinione sul fatto che li usasse, in parte, per questo scopo. Quindi grazie al nonno che 20 anni fa si è trovato un piccolo fagottino in braccio (é anche nata prematura, ma questa è un’altra storia) lei sta realizzando un sogno: frequentare per sei settimane la New York University.

Morale: non è mai troppo presto per pensare ai figli o ai nipoti. Un tempo si facevano dei depositi, oggi meglio un Piano di Accumulo o un fondo azionario trattandosi di investimento a lungo termine. Per altre informazioni chiamami!