Questo è lavoro!

Schermata 2017-05-27 alle 12.15.52

Dove finisce la disponibilità? Stamattina un amico che si occupa di comunicazione mi ha raccontato che stava dando consigli gratuiti e ad un certo punto si è detto “un attimo, questo è lavoro!”, appunto, spesso ai consulenti si chiede un parere gratuito, tanto cosa gli costa? Gli costa del tempo, la  risorsa più preziosa.

Io faccio il consulente finanziario, io sono disponibile a dare informazioni, siccome la mia remunerazione è regolata dall’azienda per cui lavoro, il cliente non paga me direttamente, MAI. Ma se vado da un medico non gli chiedo una visita gratuita, se vado da un avvocato mi aspetto la sua parcella, se vado da un professionista lui mi dà  un parere (e forse una soluzione) solo contro un pagamento.

Se mi chiedi un parere o sei un amico oppure inizia una trattativa, che può piacerti o meno e quindi ti porterà o meno a diventare un mio cliente, dopo non puoi dirmi il tuo parere è stato fondamentale, adesso vado nella mia banca e chiedo quello che tu mi hai consigliato.

Qualche aneddoto:

  • consulenza su un dossier titoli con obbligazioni vendibili con un guadagno interessante, prospetto questa soluzione e dopo qualche tempo la persona mi dice, sai sono andata in banca, ho fatto quello che mi hai consigliato e ho reinvestito con loro
  • consulenza su un fondo pensione, propongo la linea garantita per sostituire la linea obbligazionaria che in questo momento reputo pericolosa, dopo qualche tempo la persona mi dice: “sai sono andato in banca e ho cambiato la linea, come mi avevi consigliato tu” Ma l’impiegato non aveva il tempo o le competenze per spiegartelo?
  • serata a cena, lei mi chiede in continuazione della sua banca, di quello che le consigliano, di cosa fare… io faccio alcune considerazioni e lei conclude “allora meglio andare in posta…”
  • un conoscente mi chiede un parere su un piano di accumulo gli consiglio la  linea azionaria. Dopo un po’ mi dice “sai ho fatto come mi hai consigliato, con la persona che non mi aveva spiegato bene ….”.

Dunque vorrei chiarire un aspetto: io lavoro, io quando ti do un consiglio sto usando il mio tempo e tu, puoi decidere liberamente se diventare mio cliente o meno, se fare o meno quello che ti consiglio, ma se decidi di farlo, dovresti farlo con me….altrimenti per favore non dirmelo!