Baby appuntamento

La scorsa settimana avevo fissato un appuntamento con un cliente, di solito ci incontriamo in un bar che lui chiama “il mio ufficio” in un paese in provincia di Bologna, davanti ad un cappuccino che è molto più buono di quello di tanti bar del centro.

L’altra mattina per un imprevisto il cliente ha portato con se suo figlio di cinque anni, la sera prima mi aveva chiesto se secondo me poteva andare bene lo stesso: ma certo!

Il bambino è stato un tesoro, ha disegnato per più di un’ora e solo alla fine ha ottenuto un cellulare con cui giocare e lo ha usato per fare queste foto. Mi sono distratta? Un po’ si, tra l’altro volevo spiegare al papà un servizio abbastanza complesso. Mi è dispiaciuto? Assolutamente no!

Sono certa che il papà mi capirà se ho perso un po’ il filo e nel caso lo riprenderemo, ma entrare in contatto con gli affetti di un cliente è proprio un privilegio.